Napoli. Alviti attacca Salvini

Alviti attacca Salvini
Quando la criminalità organizzata colpisce, il Ministro Salvini viene a fare passerella elettorale a Napoli, promettendo lotta senza quartiere alla Camorra e maggiore dispiegamento delle Forze dell’Ordine.

A ottobre, aveva promesso 100 agenti in più per le strade della città entro la fine del 2018 e 10mila assunzioni per la sicurezza nel Paese. Nel frattempo, nelle strade del centro, attacchi come quelli subiti dalle pizzerie di Gino Sorbillo e Salvatore Di Matteo sono all’ordine del giorno, per non parlare della bomba in un pub di Torre del Greco e dello stupro di una ragazza alla stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano. Sono solo alcuni dei crimini più odiosi commessi nel Napoletano negli ultimi mesi, perché la lista sarebbe ben più lunga.

Oggi, il Ministro degli Interni torna a Napoli per un vertice con il Prefetto. Ancora le stesse chiacchiere, ancora le stesse promesse che restano carta morta, mentre i napoletani aspettano risposte. Devo pensare che, agli occhi di Salvini e della sua Lega, siamo ancora dei poveri terroni, da tenere in considerazione solo quando c’è da prendere voti? Napoli merita tutt’altro trattamento, i napoletani meritano tutt’altro rispetto.

8 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento